i miei pensieri, nell'etere
giovedì 1 gennaio 2009
Quando l'ultimo diventa il primo
Tornare a Torino dopo un mese, nel giorno in cui l'ultimo diventa il primo.
Trovarla cambiata. A cominciare dalla stazione. E rimanere come in estasi ai suoi piedi. Con il naso all'insù, come farebbe un bambino nell'osservarla per la prima volta.




Attraversarla cercando di fare attenzione a cogliere ogni minimo particolare; cercando di fare attenzione a respirarla il più possibile.
Starne a guardare le cose...



... e le persone.


Ammirarne i particolari, tutta la storia che c'è intorno. Tutta la storia di cui si fa parte, anche se per breve tempo. La storia di questi luoghi si costruisce anche col proprio sguardo. O, almeno, a me piace pensare che sia così.


Sentire di essere vivi. Magari non sempre e non ovunque. Ma alcune sensazioni sono inevitabili e fanno gustare più e meglio di altre la personificazione del verbo essere. Questo "essere qui e adesso" non sarà facile da dimenticare. Ma, d'altronde, nemmeno lo si vuole.







E poi le pile della macchina fotografica si scaricano. Mi ripropongo, un po' materialmente, per il nuovo anno, di comprarmi una di quelle digitali con le batterie al litio. Perché mi spiace di non poter più fotografare il resto. Non ho modo di fotografare il ritorno. Ma forse è meglio così. I ritorni sono spesso tristi. Ed ora che ci penso, tutto quello che mi serve è qui. Non serve nulla di più. Non serve altro.

Etichette: , , , , , , , ,

 
posted by buИCiA at 22:58 | Permalink |


11 Comments:


  • At 2 gennaio 2009 02:14, Blogger Fabrizio - ikol22

    No, non serve altro. Hai detto tutto e hai documentato tutto. La foto Fiat del Lingotto, fra l'altro, è magistrale. E' un bene che le batterie si siano esaurite lì lasciando a noi intuire un resto ancora da scrivere ma già detto. Torino, ancora una volta, ti ringrazia.

     
  • At 2 gennaio 2009 08:46, Blogger mIsi@Mistriani

    Buondì,Buncia.
    Oggi che il primo,è diventato secondo.

    [immagino sia stata una gran bella nottata,l'ultima,lì da te.Anche noi dovevamo essere lì,sai?..poi,cambio di programma..e vabbè..]

    a presto..

     
  • At 2 gennaio 2009 14:28, Blogger Dado

    Buon anno Simo..saluta la piccola..:)

     
  • At 2 gennaio 2009 18:00, Blogger rootin

    Torino,tu ne parli ed io t'invidio, tu ne parli ed io mi annodo lo stomaco come solo torino può,tu ne scrivi ed io ti leggo perchè "il naso all'insù" per un attimo sembra il mio.

     
  • At 2 gennaio 2009 20:54, Blogger IsaccoNucleare

    grazie mille per gli auguri simo....ricambio pienamente......anche a te quanto vedo piace scattare foto di notte in citta
    un abbraccio
    isacconucleare

     
  • At 3 gennaio 2009 02:35, Blogger PresaBlu

    Belle foto... e bella serata, posso immaginare.

     
  • At 3 gennaio 2009 10:39, Blogger Lorenzo

    ciò che per qualcuno è la fine può essere l'inizio per qualcun altro.
    torino
    il freddo
    la notte
    capisco
    l'emozione
    il mistero
    (a devil in me)

     
  • At 3 gennaio 2009 19:33, Blogger xtravaned

    L'importante che tutto quello che ti serve sia vicino a te:)

     
  • At 3 gennaio 2009 21:55, Blogger Fra

    Allora, acquistata la nuova digitale, vieni a Torino a fotografare i colori in bianco e nero.

    Son sicuro che qualcuno lo trovi per farle, 2 foto :)

     
  • At 3 gennaio 2009 22:25, Blogger buncia

    @fabrizio: quella foto piace tanto anche a me. credo che per un bel po' mi ricorderà l'atmosfera di quella serata.

    @misia: oggi che il seocndo è diventato il terzo... come passa in fretta il tempo, neh?!

    [gran bella nottata, sì. peccato sia cambiato il programma. sarà per il prossimo subsconcerto...]

    @dado: grazie! ricambiamo.
    :)

    @rootin: bellissimo pensiero.

    @isacco: mi piace molto fare foto. anche di notte. peccato che il flash non illumini abbastanza. ma a volte, in effetti, è un bene.

    @presablu: immagini bene.
    ;)

    @lorenzo: io spesso che le mie fini siano anche i miei inizi. basta solo rendersene conto, e ogni considerazione cambia.

    @xtra: uhm, ci devo pensare, se ho proprio tutto l'importante, qui, accanto...

    @fra: guarda, ogni giorno che passa è una tentazione per fare il fatidico acquisto. e sì, sono sicura anche io, che qualcuno per fare 2 foto ai colori in bianco e nero lo trovo...
    ;)

     
  • At 15 gennaio 2009 22:22, Blogger marian.

    mi piacciono proprio i subsonica.....ascolto e riascolto all'infinito "nei nostri luoghi". non so perchè. deve riportarmi indietro parecchio forse, in un tempo che preferisco di gran lunga a questo. io, vigliacca, mengio pane e nostalgia.