i miei pensieri, nell'etere
giovedì 4 dicembre 2008
Oggi credo
Credo che le strategie non servano a niente. Potendola dire un po' più a modo mio, credo che le strategie non servano a un cazzo. Forse solo in guerra. O in Risiko. Solo lì, forse.
Credo che nemmeno la gelosia serva a molto. E credo che non serva in generale. Nell'amore, come nell'amicizia, come negli affetti, tutti. Fa solo arrovellare il fegato un po' di più. Un pochino di più.

Credo che i cambiamenti avvengano quando non sono richiesti e credo che continui a non succedere nulla quando in realtà si vorrebbe una rivoluzione.

Credo che ogni tanto faccia bene smettere di insistere. Credo che le suppliche siano indecenti. Credo che non ci si debba aspettare niente, per evitare delusioni.
Credo che, per qu
anto possibile, occorra razionalizzare. Ma anche no. Credo a volte non ci siano spiegazioni plausibili. E che non sia proprio il caso di andarle a cercare. 
Credo che le persone dovrebbero mostrarsi per ogni singolo lato del loro carattere; per ciascuno. Sarebbe un buon modo per evitare l'effetto sorpresa quando emerge qualcosa che era rimasto nascosto sotto qualcos'altro... Ed era rimasto solo lì, solo un po' più in fondo e un po' più in ombra. C'era sempre stato ma nessuno lo aveva visto. E nessuno si prende la responsabilità di ammettere che non aveva osservato bene.
Credo che la perfezione, per fortuna, non esista. E che coloro che mirano ad essa sbagliano ad imporla come meta. Non tanto per le false aspettative create nei propri riguardi, quanto per l'altrui abitudine che si va ad alimentare
.
Credo di non poter affermare con assoluta certezza di credere in Dio. E credo di non poter affermare con assoluta certezza di non crederci. Credo di avere un po' di speranza, però. Questo sì.
Credo di credere in tante cose. E credo che alcune di esse ne annullino altre in cui credo di credere.
Credo che tutto questo non abbia molta importanza.
Credo di aver scritto delle cose che sembrano altro da quello che vogliono essere. Credo nella libertà d'interpretazione.

Credo nei buoni auspici indotti dalla buonanotte. Ed è per questo che credo che non andrò a dormire, senza aver trovato almeno una canzone, una buona canzone, che me li infonda.
Credo che ognuno dovrebbe avere la sua buonanotte.

Etichette:

 
posted by buИCiA at 11:59 | Permalink |


10 Comments:


  • At 5 dicembre 2008 01:54, Blogger per te

    ci sono strategie per cui l'amore non riconosce più neppure se stesso. sa solo di amare. tutto il resto, appare come una valanga di errori.

     
  • At 5 dicembre 2008 08:12, Blogger Bleek

    In ritardo per lasciarti la bonanotte Simo, se non altro in tempo per augurarti una buona giornata...

     
  • At 5 dicembre 2008 09:05, Blogger mIsi@Mistriani

    sempre per la libertà d'interpretazione..e perchè probabilmente ognuno cerca un po' di se stesso negli altri,e forse da questo,deriva quell'"errore"di osservazione..

    sto riflettendo da un po',sulla tua frase.
    [e veramente sono giorni che rifletto,piu' di un po' sui tuoi post..anche se probabilmente rifletto su cose che sembrano a me,i tuoi post..]
    oggi è sulla perfezione.
    e la trasporto anche ad un livello inferiore.non essere perfetti.ma essere "una bella persona".avere qualcosa in piu'.
    quando pensi di non valere piu' molto,e sono gli altri,che riescono a farti ritrovare il tuo valore..e poi,se scoprono che quello stesso tuo valere,li ferisce,perchè implica un impegno in piu',anche da parte loro..allora semplicemente non vali piu' molto[o per dirla piu' a modo mio,non vali piu' un cazzo].o peggio.vali,non sai quanto..ma è proprio per questo che devo starti lontan*...
    fuck.
    [ora cercherei una canzone del buongiorno..ma vorrei che qualcuno ne scegliesse una per me.ho paura di sbagliare.]

     
  • At 5 dicembre 2008 09:24, Blogger buncia

    per te, io credo che le strategie, essendo calcolate e macchinose, con i sentimenti c'entrino ben poco.
    la spontaneità è la strategia migliore. agire senza regole per agire. così, anche se si sbaglia, non sarà così grave. almeno non sarà stato fatto apposta.

    grazie, bleek.
    buongiorno... anzi, no. mi sa che io devo augurarti la buonanotte, a quest'ora del giorno...
    ;)

    cara misi@, per la nostra adorata libertà d'interpretazione, ognuno è libero di cercare un po' di sé ovunque abbia voglia di cercarlo. e tu, in particolar modo, sei libera di riflettere sui miei post in base a ciò che a te sembrano. un po' come si fa con le canzoni, no? non si può sapere esattamente quello che l'autore aveva in mente quando le ha scritte, così si sceglie di vederci dentro quello che a noi ispira la musica e il testo. e forse è per questo che le canzoni hanno successo (o non ce l'hanno).
    stavo cercando una canzone del buongiorno. non so se è quella adatta, non so se è quella giusta. ma so che è la prima cui ho pensato.
    non pretendo di farla diventare anche la tua canzone del buongiorno. è difficile scegliere per se stessi, figuriamoci per gli altri.
    così io ti auguro semplicemente di passare una buona giornata. e "be mine" dei R.E.M. te lo augura insieme a me.
    :)

     
  • At 5 dicembre 2008 18:45, Blogger Fra

    Io la buonanotte te la lascio ora, ma per stasera, venerdì 5 :)
    E ti lascio, guardaunpò, i complimenti per il post che mi ricorda Veronesi.

     
  • At 5 dicembre 2008 19:07, Blogger Sonic Young

    "Credo che non ci si debba aspettare niente, per evitare delusioni."

    Questo m'ha colpito, particolarmente.
    L'ho letto. C'ho pensato. E l'ho riletto.

    Beh, se sto cercando qualcosa in te...
    questa frase..
    ...

     
  • At 5 dicembre 2008 19:18, Blogger buncia

    grazie fra, di nuovo!
    e che paragone! lusiganta...

    sonic, rispondo da te.

     
  • At 5 dicembre 2008 22:13, Blogger Gianfranco

    A volte mi ritrovo a riflettere sulle tante cose in cui crediamo e alle tante poche su cui pensiamo, ma questo in sè non sarebbe un male...
    Sennonchè nelle nostre azioni poi tutto questo credo non è che si vede tanto...
    Forse ci sta sfuggendo qualcosa...

    Buon weekend, G.

     
  • At 6 dicembre 2008 10:53, Blogger Dual

    Un saluto e buon w.e.

     
  • At 6 dicembre 2008 17:52, Blogger burro

    credo più di tutto nel caso e nella necessità