i miei pensieri, nell'etere
martedì 1 maggio 2012
Verde
Chissà cosa penserai quando capiterai qui.
Chissà cosa penserai quando capiterai qui e leggerai.
Di te.
Vorrei essere lì a vedere la tua faccia. Il tuo verde farsi più verde, accompagnato, magari, dall'accentuarsi delle parentesi intorno alle labbra [un cenno di sorriso, un'espressione di stupore...]
Un po' come quella volta in cui mi sei venuto a prendere, dopo che avevo fatto il Tuo nome, perché ti avevo riconosciuto. 

E non immaginavi che da quel momento in poi saresti cambiato. [E non immaginavo che da quel momento in poi sarei cambiata.]
Sono poche le volte in cui scrivo di gioia. Più incombenti, di solito, i pensieri che arrivano dallo scuro e che hanno da essere sfogati, in qualche modo, sulla carta. 
E però succede, anche, che io scriva di Te. 
Oltre a viverti, ti scrivo. 
E allora chissà cosa penserai, mi sono chiesta, quando capiterai qui e leggerai. 
Chissà cosa penserai.
Che faccia farai.
 
 
posted by buИCiA at 20:03 | Permalink | 11 comments