i miei pensieri, nell'etere
lunedì 26 gennaio 2009
Il dubbio
Un lungo incessante cadere. Da qualche parte passa un treno. Da qualche parte la pioggia fa rumore, perché va a morire sul tettuccio di una macchina e sull'asfalto, intorno.
Lo senti? Lo senti che sta piovendo?! Lo senti anche tu? O lo sento soltanto io?
Se non ci fossero superifici su cui cadere, la pioggia non avrebbe suono.
Mi guardi come se tu non lo sentissi. Mi guardi come se non ti accorgessi che sta piovendo. Eppure. Piove. Piove sopra di noi. Ci sta piovendo addosso. Non te ne rendi conto?
Ci si accorge della pioggia solo perché fa rumore.
Non mi guardare così, è peggio. E' peggio, se mi guardi così! Ma com'è possibile che tu non te ne accorga? Com'è possibile che solo io mi stia accorgendo che ci piove addosso?!
Senza superfici su cui finire, ci si potrebbe rivolgere alla pioggia con il verbo "cadere"?
Anche un bacio può rovinare la vita. Chi l'ha detto? L'ha detto forse qualcuno? O Forse l'ho pensato io, la prima volta che t'ho baciato. Forse l'ho...
E si baciano. Poi si baciano. E continua a piovere. Fuori continua a piovere. Mentre dentro lo scrosciare regolare della pioggia diventa un suono continuo, quasi un fischio, nelle loro orecchie, nelle loro menti. E si annulla, perché non c'è più nient'altro. Torna a non esserci più altro.
Ed è vero che anche un bacio può rovinare la vita, lo è. Ma non in questo caso. Non è il loro caso. Non c'è pioggia e non c'è rovina, ora, per Mr U e Miss I.



Etichette: , , ,

 
posted by buИCiA at 21:21 | Permalink |


7 Comments:


  • At 27 gennaio 2009 15:21, Blogger Marco (Cannibal Kid)

    questo mi ha riportato alla mente l'antica e annosa questione: fa rumore un albero che cade nella foresta se non c'è nessuno?
    forse non ci fossero superfici su cui far rumore non esisterebbe nemmeno la pioggia.. le cose esistono solo se le percepiamo? questioni troppo complesse, mi scoppia la testa aaaaaaaaaaaaaaaa

     
  • At 27 gennaio 2009 18:23, Blogger onigiri girl

    per me il mondo esisterebbe anche se noi non potessimo vederlo. esistiamo anche se nessuno ci guarda, se nessuno ci sente. po ciò che questo voglia dire non so dirlo...

     
  • At 28 gennaio 2009 21:11, Blogger Chiara

    Quanto avrei voluto anch'io oggi che si accorgesse di questa pioggia... su di noi...

     
  • At 31 gennaio 2009 15:34, Blogger per te

    è l'ostinazione all'assenza a rovinare la vita, un bacio è dono di sé, e per questo E' VITA.

     
  • At 1 febbraio 2009 14:33, Blogger Mr. Hamlin

    Dopo aver letto questo post e aver dato una rapida occhiata al resto del blog sono giunto ad una conclusione.
    La seguente:
    - Se ti sento ancora una volta dire "Ma no, non ti dico l'indirizzo del blog perché è pieno di stronzate..." vengo in mandrognoland e ti prendo a sberle. Ok? :-)

    Brava, davvero.

     
  • At 6 febbraio 2009 23:06, Blogger Fra

    Ho atteso un pò per commentare, anche se ho letto il 27 di gennaio.
    Perché l'idea che un bacio cambi l'idea è una di quelle che mi ha sempre affascinato.

    Devo ammettere che non ho ancora trovato il modo di scrivere una storia che sappia regalare le stesse sensazioni.

     
  • At 9 febbraio 2009 13:36, Blogger Fabrizio - ikol22

    Atteso che come sai io sia tra coloro che, come Mr. Hamlin, è disposto a metodi non ortodossi per convincere che il tuo dire è più che degno, era tempo che ci dicessi di Mr. U e Miss I. Miss I però, concedimelo, è ingrata là ove pretende che Mr. U si renda conto che piove mentra la guarda.

    Ora, mi dirai, potrebbe esser l'opposto giacché non è chiaro chi guarda chi ma lascia io la veda da Mr U: difficile rimaner in contatto con la realtà quando si viene abbacinati dagli occhi di chi stai per baciare.