i miei pensieri, nell'etere
giovedì 1 maggio 2008
Cammino sempre su quello che non c'è
E' una di quelle sere in cui riaffiorano i ricordi. E' una di quelle sere in cui riaffiora la nostalgia. Basta un'atmosfera. Basta una canzone. Basta il rosso e il nero del cielo. Stasera sono di rosso e sono di nero.

Ho perso il gusto, non ha sapore
Quest'alito di angelo che mi lecca il cuore
Ma credo di camminare dritto sull'acqua e
Su quello che non c'è

E' una di quelle sere in cui riemerge la malinconia. E' una di quelle sere in cui mi sento in un modo che non so bene definire, e non so bene perchè.

Arriva l'alba o forse no
A volte ciò che sembra alba
Non è
Ma so che so camminare dritto sull'acqua e
Su quello che non c'è

E' una di quelle sere in cui vorrei essere altrove. E' una di quelle sere in cui vorrei essere ovunque, tranne che qui. E' una di quelle sere in cui, alla fine, qui va anche bene. O forse me lo faccio andare; non lo so.

Rivuoi la scelta, rivuoi il controllo
Rivoglio le mie ali nere, il mio mantello
La chiave della felicità è la disobbedienza in se
A quello che non c'è
Perciò io maledico il modo in cui sono fatto
Il mio modo di morire sano e salvo dove m'attacco
Il mio modo vigliacco di restare sperando che ci sia
Quello che non c'è

E' una di quelle sere in cui non vedo l'ora che sia domani, per svegliarmi senza l'emotività che ha caratterizzato oggi. E' una di quelle sere in cui che sia domani non voglio, perchè il domani potrebbe essere ancora più tremendo di oggi.
E' una di quelle sere da primo maggio che spiana la strada all'estate che verrà, e lascia nell'aria la scia lieve delle cose fatte (e di quelle non).
E' una di quelle sere in cui l'ascolto di una canzone mi fa venir voglia di scrivere. E' una di quelle sere in cui basta anche solo una canzone. Basta. Anche solo. Una canzone. E quello che non c'è.

Ed ecco arriva l'alba so che è qui per me
Meraviglioso come a volte ciò che sembra non è
Fottendosi da se, fottendomi da me
Per quello che non c'è



Etichette:

 
posted by buИCiA at 22:53 | Permalink |


7 Comments:


  • At 1 maggio 2008 23:31, OpenID pxarcobaleno

    Mi sembra scontato dirti che le emozioni che provi questa sera le conosco molto bene. Però è così. Quel senso di malinconia che ti vien voglia di accompagnare ad una canzone ancor più malinconica di te... Già già... Tu, almeno, hai voglia di scrivere; io neanche quella. Almeno ho da leggere! :)
    Ciao.
    Diego.

     
  • At 2 maggio 2008 00:30, Blogger Bleek

    A volte è consigliabile fermarsi e lasciarsi trasportare da quelle sensazioni... fino a che evaporano da sole...

     
  • At 2 maggio 2008 00:56, Blogger burro

    bellissime le tue parole come bellissima è la canzone.
    Il video l'hanno girato interamente ai docks Dora, si vede il cancello e il tetto dei locali, si ritrovano i volti "noti" della Torino by night, tra cui il buttafuori di Giancarlo, presente anche nella scena girata nel locale notturno di Santa Maradona..

     
  • At 2 maggio 2008 00:58, Blogger burro

    qui trovi il video
    http://it.youtube.com/watch?v=0Q_rnd5ypFE

    buona visione

     
  • At 2 maggio 2008 01:33, Blogger Simo

    @px: scrivere può essere un buon modo per tirarsi su. o per rimanere giù, ma rimanerci meglio.
    grazie per la visita (sicuro che nn peggiori la situazioni, anzichè migliorarla?)

    ;)

    @bleek: cominciano già ad evaporare. ma forse è solo merito dell'ora e del sonno...

    @burro: thanks, anche per il link del video. ho ben presente la faccia nota di cui parli...
    nottenotte

     
  • At 2 maggio 2008 12:54, Blogger Paul

    Sei una persona con una forte vena crepuscolare. O almeno questa è la mia impressione. Più da malinconia del tramonto che da felicità dell'alba.

     
  • At 2 maggio 2008 13:10, Blogger Luca

    Interessante il tuo blog..molto bello "suicidio alimentare"..
    Se vuoi passa a trovarmi..Ciao!!