i miei pensieri, nell'etere
mercoledì 23 aprile 2008
Almond eyes
E così sono arrivata alla fine di quelle settanta pagine. Una più, una meno... L'ultima è stata sfogliata su un treno di ritorno da Pavia intorno alle 18, 30 di questo pomeriggio. Un po' è stata sfogliata da me. Un po' lo è stata dal vento che giocava a nascondino con i finestrini e le tendine sporche di quell'espresso. Tokyo blues da oggi rimarrà chiuso, almeno fino a che non mi verrà voglia di leggere una delle tante frasi che mi hanno colpito. E sono state un bel po'.

Potrei scriverne un po' qui; potrei enunciare i vari libri che - nuovi nuovi - mi aspettano sullo scaffale della libreria in soggiorno. Potrei fare un po' di cose, insomma, ma non mi va di farne nemmeno una, perchè il mal di testa e la stanchezza sono a livelli davvero alti, adesso, e credo che tra non molto prenderò la via del letto.

Era solo per lasciare un saluto ai miei amici di carta, inciostro e fantasia che mi hanno tenuto compagnia per un po'. Solo per questo.





Etichette:

 
posted by buИCiA at 22:40 | Permalink |


6 Comments:


  • At 24 aprile 2008 01:59, Blogger Fabrizio - ikol22

    Un'orecchia alla pagina e poi, più in là nel tempo, scorrere quella pagina per ritrovare la ragione dell'orecchia. Leggere è anche questo.

     
  • At 24 aprile 2008 15:14, Blogger Bleek

    "Ho vent'anni ormai. E devo pagare il prezzo per continuare a vivere..."

     
  • At 24 aprile 2008 18:00, Blogger Simo

    @fabrizio: di solito io sottolineo. a penna o a matita non ha importanza.
    faccio un'orecchia, però, se non ho a mia disposizione penna o matita.
    ed è sempre bello ritrovare la "ragione", poi.

    @bleek: "scrivendo mi sembrava di riuscire a tenere insieme la mia vita che altrimenti sarebbe crollata spargendo i pezzi da tutte le parti"...

     
  • At 24 aprile 2008 20:52, Anonymous Anonimo

    abbiamo quarant'anni insieme. e bisogna stringere i pugni. stare all'erta perché qualcuno colpirà.

     
  • At 24 aprile 2008 21:44, Anonymous Anonimo

    continua a scrivere simo, è la tua forza, stringi la fantasia nei pugni e non mollare mai.

     
  • At 25 aprile 2008 00:41, Blogger Bleek

    ;-)