i miei pensieri, nell'etere
mercoledì 7 maggio 2008
Rovino il 111esimo

Erano le 17 di questo pomeriggio. Ho cominciato a scrivere una cosa alle 17 di questo pomeriggio, pensando di continuarla qui appena arrivata a casa; appena prima di andare a dormire. Ma poi il treno, l'autobus, la bottiglia dell'olio che cade per terra, in cucina, spaccandosi (e non sapete quanto ci voglia a togliere l'olio dai pavimenti...), la doccia, insomma, le cose della vita mi hanno rubato un po' di tempo. Ed ora è un po' troppo tardi per ricopiare quanto già scritto e aggiungerci del nuovo. E così credo che quello che ho scritto oggi lo terrò solo per me. Al suo posto scrivo questo. Scrivo questo 112esimo post, rovinando il 111esimo.
Eh si, perchè è un peccato. Non so perchè, ma quei tre numeri uno messi di fila l'uno dietro l'altro mi piacevano. Ma occorre andare avanti. Non bisogna mai restare troppo legati a ciò che è stato ieri.

Sono le 23 e 40 di questa sera che ormai è già quasi notte. Io devo ancora asciugarmi i capelli e non so cosa mi stia tenendo ancora qui, sveglia, dopo un'intera giornata passata in giro. Manco stessi a creare chissà quale maestoso pensiero...
E' che era tutto il giorno che ne avevo voglia. Era almeno dalle 17 di oggi che non aspettavo altro. E così ho trovato un pretesto qualsiasi per farlo. Avevo soltanto voglia di...


Etichette:

 
posted by buИCiA at 23:55 | Permalink |


11 Comments:


  • At 8 maggio 2008 00:03, Blogger Franz

    come ti capisco, anch'io ne ho voglia e non posso pubblicare i miei pensieri, alla fine mi son ridotto a scriverli sul retro della copertina di un libro...
    Xrò dai, l'immagine di te che pubblichi e io che ti fono i capelli con canottiera, barba e l'odore del balsamo che si mischia a quello di sigaretta non ha prezzo! :D

    Ti abbraccio, sogni d'oro!

     
  • At 8 maggio 2008 12:13, OpenID pxarcobaleno

    Uno dei post che preferisco, tra quelli che ho scritto, l'ho "partorito" proprio in una situazione simile alla tua. Non sapevo cosa ma avevo tanta voglia di scrivere. A volte è meglio così.
    Come vedi noi leggiamo e commentiamo sempre! :)
    Ciao.
    Diego.

     
  • At 8 maggio 2008 17:15, Blogger Fabrizio - ikol22

    A parte l'olio che sì... Immagino, cosa possa significare sgrassare un pavimento, il resto è magistrale. Peraltro so bene cosa significhi la voglia di scrivere. Anche durante un intervallo.

     
  • At 8 maggio 2008 17:16, Anonymous basteuch

    post tra i più belli di sempre, da quando ti leggo.
    non hai rovinato nulla... :)

    ciaouz!

     
  • At 8 maggio 2008 17:42, Blogger Sha

    Quando il filo conduttore di un blog è la voglia di scrivere, si fanno cose semplici, sincere e gradevoli come le tue.
    Io invece, man mano che il blog viene scoperto dalle persone che mi conoscono, ritrovo sempre più la voglia di carta e penna...

     
  • At 8 maggio 2008 18:35, Anonymous Anonimo

    Siate il meglio

    Se non potete essere un pino

    sulla vetta del monte,

    siate un cespuglio nella valle,

    ma siate il miglior piccolo cespuglio

    sulla sponda del ruscello.

    Siate un cespuglio

    se non potete essere un albero.

    Se non potete essere una via maestra,

    siate un sentiero.

    Se non potete essere il sole,

    siate una stella.

    Non con la mole, vincente o fallite.

    Siate il meglio di qualunque cosa siate.

    Cercate ardentemente di scoprire

    a che cosa siete chiamati, e poi mettetevi a farlo appassionatamente.

    Siate comunque sempre il meglio di qualsiasi cosa siate.



    Martin Luther King

     
  • At 8 maggio 2008 19:02, Blogger Franz

    oggi quando mi hai fatto lo squillo ero a un ricevimento, ti ho chiamato appena possibile poco dopo dalla cabina ma eri sempre occupata, poi son dovuto andare a lezione..:) che tempismo!:)
    Come stai!?
    Ti abbraccio forte

     
  • At 8 maggio 2008 22:47, Blogger Marco Goi/Cannibal Kid

    Avevo soltanto voglia di...
    commentare

     
  • At 9 maggio 2008 10:59, Blogger onigiri girl

    vorrei sempre commentarti e invece finisco sempre con lo scrivere niente. delle volte ho così voglia di scrivere che scrivo tutto nella mia testa, non mi semrve neppure la carta... pagine, romanzi... :) so cosa vuol dire. delle volte credo che se non potessi trovare un modo per esprimere finirei con esplodere per tutto quello che mi si muove nello stomaco. mah.
    la giornata si fa intesta ma un commento è un modo carino per sfuggire agli eventi. un bacio.
    buona giornata

     
  • At 9 maggio 2008 15:58, Anonymous Anonimo

    "ma io volevo solo scrivere scrivere scrivere di me". è questo quello che conta! è un post molto intimo e il fatto che tu abbia voluto condividerlo con chi ama leggerti smentisce il tuo timore di "rovinare".
    ti sorrido, simo

     
  • At 9 maggio 2008 20:02, Blogger burro

    tutto già detto nei commenti precedenti.. idem per me..
    Ah, per l'olio ti consiglio vivamente la segatura bagnata con un po' d'acqua.. Funziona con tutto.. e non impazzisci!!